Bogre

Film documentario di Fredo Valla
con Andrea Fantino ed Elia Lombardo

Durata: circa 120 minuti

Una storia di idee, di religioni, di viaggi, di persone, di poteri.
Una storia che merita di essere raccontata. E condivisa.

B OGRE.  In lingua occitana significa bulgaro.
O GRE. È uno dei nomi che vennero dati ai Catari.
BO G RE. È parola che sopravvive nei paesi occitani come un insulto.
BOG R E. È il viaggio di Bogomìli e Catari nell’Europa del medioevo.
BOGR . È il titolo del film che intendiamo realizzare.

LA STORIA

Chi parla la lingua d’oc sa che BOGRE non indica semplicemente un abitante della Bulgaria. Così era in antico, poi le parole evolvono, e bogre, da secoli, ha assunto in occitano il significato di inetto, di babbeo, di persona infida che maschera la verità. Attorno al XII secolo bogre divenne un insulto diretto ai Catari d’Occitania, colpevoli di una religione non ortodossa, simile per dottrina a un altro grande movimento eretico europeo, quello dei Bogomili bulgari e di Bisanzio.

Entrambe furono eresie dualiste. Il catarismo e il bogomilismo sono la testimonianza storica di un medioevo tutt’altro che buio e immobile, come spesso viene rappresentato. Le idee viaggiavano da un capo all’altro dell’Europa, dai Balcani alla Linguadoca ai Pirenei, dall’Italia centro-settentrionale alla Bosnia.

IL FILM DOCUMENTARIO

Il progetto BOGRE nasce dalla passione che si è creata nel nostro gruppo di lavoro, composto da professionisti del cinema (Fredo Valla,  regista del film documentario, Andrea Fantino ed Elia Lombardo e da ex allievi della Scuola di Cinema di Ostana che il regista ha voluto coinvolgere in questa realizzazione), da studiosi del catarismo e del bogomilismo quali Francesco Zambon, Enrico Riparelli, Pilar Jimenez, Jean Louis Gasc, Benjamin Assié, Emir Filipovic, Axinia Dzurova, Vassja Velinova, Georgi Nokolov, Ivan Biliarski e da organizzatori culturali dello spazio occitano (Ines Cavalcanti e Chambra D’oc).

Alla sua realizzazione collaborano il Centro Ivan Dujčev di Sofia, una delle più importanti istituzioni accademiche bulgare, il Cirdoc-Mediateca Occitana di Béziers (Francia), l’Istituto Internazionale Lorenzo de’ Medici di Firenze, la Fondazione Giulini di Milano, oltre a vari enti e privati cittadini che sostengono economicamente il film.

Abbiamo intenzione di mantenere un metodo di lavoro attento alla storiografia e ai documenti più attendibili; vogliamo che la storia di BOGRE contribuisca alla Storia dei Bogre, di chi quel nome se l’è trovato appiccicato come un insulto dal momento in cui ha scelto una fede diversa da quella dominante.

Al progetto hanno inoltre partecipato nelle fasi pre-produzione  e produzione: gli allievi Andrea Fantino, Massimiliano Nicotra, Silvia Pesce, Ornella Trento e  il tutor del corso 2014 Elia Lombardo. 

Non perderti il loro resoconto nella Sessione di Febbraio 2019  dell’Aura Scuola di Cinema di Ostana!