Andrea Fantino

Andrea Fantino

La scuola di Ostana Il documentario del vero ha segnato una svolta che da tempo rincorrevo. La fine di un percorso e l’inizio di un altro. Il passaggio da una dimensione autodidatta ad una vera esperienza di formazione, sotto il Monviso, in una cornice fatta di monti e di cielo, un ambiente ideale per il pensiero e la riflessione, l’incontro e lo scambio.
Uno scambio ricco, prezioso, che si è riconfermato durante le riprese in giro per l’Italia e in fase di montaggio.
Ho avuto la fortuna di raccontare la storia di due miei amici con cui sono cresciuto, la storia di una passione che diventa un lavoro nel nome dell’amicizia. Giorgio, Fredo e Paolo ci hanno aiutato a vedere meglio la vicenda e a creare un racconto che potesse arrivare a tutti, una storia forte di per sé ma che potesse anche dialogare con le altre storie di Corpi in Bilico sui giovani e il lavoro. Lavorare con loro e con tutti i compagni di corso è stata un’esperienza molto forte, arricchente, decisiva: finalmente ho iniziato a capire cosa voglio raccontare e come intendo farlo.